Infortunio Milik: i tempi di recupero

L’attaccante del Napoli Milik è stato operato nella giornata di ieri per la ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. L’intervento si è concluso nel migliore dei modi tanto da far pensare ad un recupero più veloce di quello annunciato.

Ad ogni modo saranno almeno 3/4 i mesi di stop per il giocatore che ora dovrà iniziare il percorso di riabilitazione per tornare in campo.


Infortunio Milik: quando in campo?

Gli accertamenti effettuati al momento dell’intervento hanno escluso altri possibili danni al ginocchio per il giocatore oltre alla lesione del legamento crociato anteriore. Per questo motivo ci si aspetta un recupero più veloce di quanto annunciato. Ecco le parole del medico del Napoli: “saranno più brevi di quelli che per precauzione dichiariamo, diciamo tre mesi, tre mesi e mezzo, ma speriamo anche molto meno”.


Ci si aspetta un rientro per il mese di Gennaio anche se lo staff azzurro non ha nessuna intenzione di forzare il rientro del giocatore prima dei tempi. Il giocatore. invece, ha affidato a Twitter i suoi ringraziamenti per il sostegno ricevuto da colleghi e tifosi.

Le alternative in attacco

Ora il Napoli dovrà capire se e come muoversi sul mercato. Per il momento l’intenzione sembra essersi quella di affidarsi a Manolo Gabbiadini che avrà finalmente la possibilità di mostrare il suo valore in campo da titolare. Non è detto però che il Napoli non voglia guardarsi intorno andando a pescare nel mercato degli svincolati o aspettando gennaio nel caso in cui i tempi di rientro di Milik dovessero allungarsi.

Il primo impegno senza il punto di riferimento in attacco non sarà facile dal momento che sabato c’è lo scontro diretto con la Roma di Luciano Spalletti.